Piero Comandini

Piero Comandini

Consigliere Regionale
"Tutti i giorni siamo impegnati ad affrontare i tanti problemi della Sardegna, alcuni dovuti proprio alla condizione di insularità mai veramente riconosciuta; è un dato di fatto, siamo lontani dalla terra ferma è una condizione che non possiamo cambiare, ma possiamo, dobbiamo, abbiamo il diritto/dovere di farne un vantaggio. Siamo fortemente penalizzati in termini di sviluppo economico e sociale e le tante risorse e strategie che si mettono in campo per cercare di arginare l’isolamento, spesso di dimostrano di difficile attuabilità e con scarsi risultati. Ecco perché ritengo che il referendum sia importante, perché sarà la voce a tutti i sardi, una voce unita e forte, perché il riconoscimento della nostra insularità ci darà la possibilità di liberarci dei tanti vincoli che altro non fanno che tenerci isolati. Occorre quindi intervenire affinchè il popolo sardo abbia il giusto riconoscimento e la tutela che meritano. Il referendum deve essere il punto di partenza per un nuovo grande Piano di Rinascita Regionale, sostenuto e riconosciuto a livello nazionale ed europeo."

“Tutti i giorni siamo impegnati ad affrontare i tanti problemi della Sardegna, alcuni dovuti proprio alla condizione di insularità mai veramente riconosciuta; è un dato di fatto, siamo lontani dalla terra ferma è una condizione che non possiamo cambiare, ma possiamo, dobbiamo, abbiamo il diritto/dovere di farne un vantaggio. Siamo fortemente penalizzati in termini di sviluppo economico e sociale e le tante risorse e strategie che si mettono in campo per cercare di arginare l’isolamento, spesso di dimostrano di difficile attuabilità e con scarsi risultati. Ecco perché ritengo che il referendum sia importante, perché sarà la voce a tutti i sardi, una voce unita e forte, perché il riconoscimento della nostra insularità ci darà la possibilità di liberarci dei tanti vincoli che altro non fanno che tenerci isolati. Occorre quindi intervenire affinchè il popolo sardo abbia il giusto riconoscimento e la tutela che meritano. Il referendum deve essere il punto di
partenza per un nuovo grande Piano di Rinascita Regionale, sostenuto e riconosciuto a livello nazionale ed europeo.”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi