Giovanni Dore

Giovanni Dore

Componente Comitato Scientifico
Ho deciso di aderire al comitato scientifico, in quanto - da sempre - sostengo che la "vertenza Sardegna" vada affrontata sotto il profilo della "parità di condizioni" e non su quello, tuttora in auge, dell'assistenzialismo e della prebenda (spesso elettorale). Esistono degli articolati studi scientifici che da oltre un ventennio certificano che la condizione insulare determina degli handicap di carattere economico che prescindono persino dalla buona amministrazione e dalla lungimiranza delle politiche locali. il tutto ha trovato ampia sede negli atti dei vari organismi comunitari che se ne sono occupati ed in numerose risoluzioni parlamentari.

Ho deciso di aderire al comitato scientifico, in quanto – da sempre – sostengo che la “vertenza Sardegna” vada affrontata sotto il profilo della “parità di condizioni” e non su quello, tuttora in auge, dell’assistenzialismo e della prebenda (spesso elettorale). Esistono degli articolati studi scientifici che da oltre un ventennio certificano che la condizione insulare determina degli handicap di carattere economico che prescindono persino dalla buona amministrazione e dalla lungimiranza delle politiche locali. il tutto ha trovato ampia sede negli atti dei vari organismi comunitari che se ne sono occupati ed in numerose risoluzioni parlamentari. Le quali però non hanno poi prodotto atti concreti e duraturi. Pertanto la canonizzazione, in ambito costituzionale del principio di insularità costituisce il corollario naturale per l’attuazione dei principi di coesione sociale e territoriale irrinunciabili, tanto a livello nazionale che comunitario: parità di condizioni (quantomeno) in materia di trasporti, energia ed infrastrutture primarie sono dunque le condizioni minima per la permanenza della Sardegna dello Stato nazionale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi